I nostri 10 articoli più letti del 2013

Quali sono gli articoli più letti di Tagli degli ultimi 12 mesi? Ecco la Top 10!

10 – La bufala delle “Nuove condizioni di utilizzo di Facebook” (pubblicato il 15/12/2012)

facebook-privacy-tagliOgni tanto rispunta fuori: viene diffusa una catena virale su Facebook, e se non la si rilancerà a propria volta le conseguenze saranno temibili – il proprio profilo verrà saccheggiato, le foto e i video verranno resi pubblici, i propri dati sensibili diffusi, ci sarà un’inondazione a Johannesburg e tutti coloro che si chiamano Achille verranno colpiti da scabbia.

Ovviamente, non è mai vero nulla: questo articolo spiega perché e dà un quadro di insieme circa le norme effettive che regolano il rapporto tra facebook e gli utenti.

9 – La bufala del trionfo post mortem del prof. Di Bella (13/3/2013)

Meno scanzonato, un articolo che si rivolgeva a quanti proclamavano il “trionfo post mortem del prof. Di Bella”.

8 – Tutte le bufale su Fukushima (19/9/2013)

Tsunami FukushimaLa paura delle catastrofi nucleari ha scatenato una serie di articoli fantasiosi circa la situazione della centrale giapponese: grandi protagonisti i grafici taroccati e le supercazzole sulla radioattività.

7 – Intervista a Luigi Zingales: la crisi dell’Ue era premeditata (19/12/2012)

In quel tempo Fare per Fermare il Declino sembrava la novità politica più interessante. Primi in Italia, abbiamo ottenuto una intervista con l’economista Luigi Zingales, che si lasciò andare in acuminati giudizi sull’Euro e sulla gestione economica internazionale. Poi ci fu lo scandalo-lauree del referente di Fermare il Declino, ed il partito divenne ridicolo ancora prima di assumere proporzioni di serietà. Peccato.

6 – ESPERIENZE DI UN’ANORESSICA – I blog Pro Ana e l’incitamento al dimagrimento patologico (29/8/2013)

Ad agosto ci segnalarono l’esistenza dei blog pro-Ana, dove si incoraggiava lo sviluppo dell’anoressia. In risposta, la nostra Silvia Nazzareni ha dimostrato il suo coraggio nel parlare della sua storia, da ex-anoressica. Un pezzo crudo, senza pietismi, diretto. Un pezzo utile, speriamo.

5 – “Domattina la opererà al fegato Riccardo Muti” (16/4/2013)

riccardo_mutiDurante le elezioni per il Presidente della Repubblica di solito c’è una confusione dei piani: c’è chi crede che sia una carica onorifica e fine a se stessa, un po’ come il presidente onorario per una società di calcio. Questo dialogo surreale tentava di evidenziare la stortura nel ragionamento di chi proponeva eccellenti professionisti di altri settori per ricoprire quel ruolo.

4 – La bufala del MUOS e di Canneto di Caronia… l’ho creata io! (1/12/2013)

Una burla serissima: i nostri due fisici hanno voluto evidenziare quanto sia facile creare e diffondere una bufala parascientifica. L’hanno creata ad arte, infilandoci ingredienti inverosimili ed incongruenti; quindi l’hanno diffusa nei punti giusti. In pochi giorni era diventato l’ennesimo scandalo di cui indignarsi. Una tristissima dimostrazione empirica di quanto sia facile turlupinare chi – per casi della vita o per proprie colpe – vive nell’ignoranza.

3 – La bufala del kebab (15/6/2013)

taco_kebab1Che il kebab non sia l’alimento più sano dell’universo, non ci piove. Che sia fatto miscelando esclusivamente scarti di lavorazione e ammoniaca (!!!) è invece una scemenza fatta e finita. Il nostro articolo fornisce tutta una serie di link per andare ad informarsi con maggiore profondità sull’argomento.

2 – Sciopero del 9/12: lettera aperta all’italiano medio (9/12/2013)

L’Italia viene paralizzata dai Forconi e tutti si chiedono chi siano, da dove spuntino e dove vogliano andare a parare. Luca Romano prende di petto la questione e rovescia una fiala di acido politicamente scorrettissimo sulla faccenda. Al netto dei toni scabrosi, è davvero tutto così sbagliato quel che dice?

1 – Vado a X per Y mesi: cosa pensa il maschio medio di fronte all’ennesima baggianata (13/9/2013)

Un disastro: un bel giorno su facebook compare una catena dedicata alle donzelle basata sullo schema “Vado a X per Y“, dove con X si intendeva un luogo specifico e con Y una unità di tempo. Luca Romano, un uomo che ha imparato l’arte della diplomazia dagli alieni di Indipendence Day, entra a gamba tesa sulla faccenda. E scoppia il putiferio.

Un migliaio di commenti equamente divisi tra complimenti, manifestazioni di stima, odio profondo e insulti irripetibili. Se non altro, siamo capaci di far discutere.

@TwitTagli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...