Sciopero del 9/12: lettera aperta all’italiano medio

Caro italiano medio, parliamoci un attimo. Nel 2004 io avevo 16 anni, e leggevo La Stampa, e occasionalmente La Repubblica (il Fatto Quotidiano non c’era ancora); tu guardavi il Grande Fratello. Io parlavo dei problemi del conflitto di interessi, tu parlavi di calcio e gnocca.

Tra la fine del 2005 e l’inizio del 2006, io denunciavo il fatto che la Legge ex-Cirielli era una porcata, che avrebbe significato impunità per migliaia di evasori fiscali, corrotti e corruttori, a danno dello Stato. E tu? “Minchia oh, Calciopoli, Moggi, juve ladra“.

Nel 2006 io dicevo che votare era importante, perché non erano tutti uguali. Tu dicevi “ma sì, tanto è tutto un magna magna“. Ci sono stati i mondiali di calcio, e abbiamo gioito assieme, perché non è che mi piaccia solo fare il menagramo, ma il disastro era dietro l’angolo.

berlusconi_dalema

Uno è un condannato in via definitiva. L’altro ha uno yacht. Tutti uguali?

Nel 2008 Berlusconi ha vinto le elezioni, e tu dicevi ma sì, tanto non è peggio degli altri. Io ti dicevo che Berlusconi era amico di Mangano, Dell’Utri, Putin, Nazarbayev, Previti, che aveva processi per corruzione, frode fiscale, finanziamento illecito ai partiti, falso in bilancio, e l’elenco è lungoTu rispondevi: “E allora, D’Alema che ha lo Yacht?”

Nel 2009 io manifestavo contro la riforma Gelmini, dicendo che avrebbe tolto il futuro all’Italia, e tu dicevi “Eh, tanto siete i soliti fancazzisti che non hanno voglia di studiare, i veri studenti sono sui libri, non in piazza“.

Nel 2010 venne fuori il Bunga Bunga, e tu lì ti sei diviso, perché da una parte c’erano quelli che “Ommioddio, Berlusconi è un pervertito maniaco sessuale!!” e dall’altra quelli che “Be’ dai, chi non vorrebbe avere anche lui quelle donne?” Io ero quello che diceva che il problema era un altro: era la ricattabilità, la concussione della telefonata in questura.

Nel 2011 (ri)cominciava la crisi, dopo i prodromi del 2008, e tu cascavi dal pero. Io mi battevo per andare alle elezioni, ma tu eri in quell’80% di persone che avevano fiducia in Napolitano e nel governo Monti, perché fidarsi incondizionatamente è molto più facile che ragionare e criticare.

Nel 2012 ti sei trovato con il culo per terra, e ti sei guardato attorno spaesato. Improvvisamente la TV sembrava scolorire, il calcio ti sembrava meno importante della tua pancia vuota. Ma non hai avuto le palle di dare la colpa all’unico vero colpevole: te stesso e la tua ignoranza e ignavia, e quindi hai iniziato con “fa tutto schifo, sono tutti ladri, tutti a casa“. E hai cercato un leader, un capo carismatico, un padrone.

Perché per ragionare, distinguere, capire, avresti dovuto leggere quando era ora, e invece parlavi di calcio e gnocca.

grilloAll’inizio del 2013 io ho votato Antonio Ingroia, perché ritenevo che un magistrato antimafia potesse risolvere due dei grandi problemi dell’Italia, ovvero la corruzione e l’evasione fiscale. Forse era la cosa giusta da fare, forse no, ma prima di farla ci ho pensato a lungo, e ho cercato di fare ciò che ritenevo più costruttivo. Tu hai votato Grillo, perché diceva “Vaffanculo!! tutti uguali, tutti a casa! morti zombi!!“, ed è evidente che ad essere costruttivo non ci hai mai pensato.

Ingroia ha preso il 2% e non è entrato in parlamento, Grillo ha preso il 25% e ha fatto un sacco di interessanti discussioni sugli scontrini, e un sacco di comizi con frasi identiche a quelle di Hitler, tanto che quando per scherzo ho attribuito a Grillo, sul mio profilo Facebook, un discorso di Hitler ci sono cascati praticamente tutti, approvandolo entusiasticamente.

Rivolta forconiOggi tu sei a spaccare tutto in centro con i tuoi degni compari, Forza Nuova e Casa Pound, quelli che mentre tu te ne fregavi erano già dei fascisti picchiatori, ma ai quali tu oggi fai comodo perché sei arrabbiato, e a veicolare la rabbia loro sono sempre stati bravissimi. Sei a spaccare tutto ripetendo fino all’ossessione che sono “tutti uguali” e devono andare “tutti a casa“… e domani saranno ancora tutti sulle loro poltrone.

Invece i negozianti che oggi hanno tenuto chiuso, quelli ai quali avete rotto le vetrine, quelli che non hanno potuto lavorare per via delle strade bloccate sono tutti un po’ più poveri.

Nel mentre, devo anche sentirti accusare me di avere paura e di fregarmene del disastro del paese se non spacco tutto assieme a te, ma quello che non hai ancora capito è che il disastro del paese per me sei tu. Tu che te ne freghi finché hai la pancia piena e poi urli e ti arrabbi quando ce l’hai vuota, e né in una situazione né nell’altra provi a usare il cervello, a informarti, a cambiare le cose con gli strumenti democratici che hai.

I politici possono anche andare tutti a casa, ma finché tu non inizierai a sbattere la testa contro i libri il paese continuerà ad andare a rotoli.

Tu mi accusi di starmene da parte a fare l’intellettuale e di non agire, vuoi sapere cosa ho fatto io? Io ieri sono andato a votare alle primarie del PD, perché sono 10 anni che mi informo, e so cosa di quel partito è giusto salvare per sperare in un cambiamento, e cosa è da buttare perché marcio. Tu non sei andato a votare perché “tutti uguali, tutti ladri“.

Il mio candidato non ha vinto (ho votato Civati), ma una parte della classe dirigente è stata silurata, ovvero, per usare un’espressione a te cara, “mandata a casa, e lo è stata anche grazie al mio voto.

Tu, con i tuoi bidoni della spazzatura rovesciati, le Molotov contro il palazzo della Regione, i tuoi strilli e i tuoi belati, quanti ne hai mandati a casa fino ad ora?

Luca Romano
@twitTagli

Annunci

489 risposte a “Sciopero del 9/12: lettera aperta all’italiano medio

  1. La gente che si è riversata nelle piazze non ha mandato a casa nessuno perchè erano poche centinaia a provincia mentre i pecoroni di cui parli erano a casa a elogiare falsi moralismi sulla democrazia.Esiste una democrazia in Italia soppressa dalla precarietà lavorativa?Parlate di fascismo attuale come se fosse lontanamente similare al significato stesso.Parlate di unione politica quando in primis attribuite “gerghi” di umiliazione(perchè di umiliazione si tratta) ai coordinamenti di movimento.Concordo sul fatto di sfuttare l’intelligenza per trovare un “problem solving” ma trovo indignoso leggere insulti,anche sottili attenzione,rivolti a chi non ha lo stesso modus operandi.Trovate sia sintomo di intelligenza?Non si ha maggior facoltà di ragione se si crede di poter cambiare le cose in sede elettorale o in piazza della Vittoria,quello che è importante è cambiarle e se la scheda di voto non è più sufficiente scendere in piazza non lo trovo discriminante ma nobile.

    • Lettera è aperta ma la mentalità mi pare un pò chiusa, questo ragazzino per tanti anni è stato bravo ha letto i giornali e ha votato alle primarie ha gioito ai mondiali perchè anche a lui piace il calcio: Caro Luca Romano, mentre tu gioivi per la vittoria ai mondiali, io mi vergognavo per la figura di merda che materazzi ci ha fatto fare a livello mondiale, come mi sono sempre vergognato delle figure di merda che ci fanno fare alcuni politici….(una grossa parte diciamo). Mentre tu andavi a votare alle primarie perchè infondo non tutti i politici sono corrotti, (si dividono infatti fra corrotti e completamente inutili), io mi chiedevo che fine faranno i due euro che uno deve dare per le primarie? o che senzo ha mettere Renzi a confronto con due semisconosciuti? mentre tu ti interroghi su quanto intellettuale sei stato e quanti pochi libri leggano i tuoi concittadini, io mi chiedo quanti di loro siano completamente idioti, quanti non guardano il grande fratello, quanti non leggono perchè non hanno tempo, quanti sono talmente depressi da avere paura di aprire un giornale o guardare un TG, quanti non riescano proprio a capire cosa i giornali dicono perchè il loro linguaggio è troppo difficile, le loro argomentazioni troppo politichesi, e rivolte ad un publico di nicchia (perchè tanto ormai i giornali non si reggono più su chi li compra ma sui finanziamenti politici e sulla pubblicità, seguendo una strategia cara alla P2, che avrebbe reso il nostro paese popolato da animali belanti come li chiami tu,e i giornali in uno strumento per diffondere una realtà quantomeno alterata…) mentre tu ti chiedi quanti ora con una rivoluzione pratica e violenta hanno mandato a casa politici, mentre tu hai mandato a casa la vecchia guardia del PD con almeno 30 anni di ritardo! io mi chiedo quanto ti fa essere vincente scrivere queste baggianate? quante persone credi di aver aiutato con questa lettera ad usare il cervello, quanti tuoi concittadini hai sostenuto e aiutato a crescere per arginare l’ignoranza dilagante, quanti ripetitori di telefonini hai abbattuto per salvare il cervello dei tuoi concittadini dal’ipnosi che questi strumenti del cavolo hanno ormai rinchiuso le nostre menti? e soprattutto quanti telefonini hai e quanta della tua sagacia viene trasmessa da essi per ipnotizare giovani menti? …… in FIne sperando che hai letto questo messaggio con un pò di cuore oltre che con il tuo sviluppatissimo cervello ti chiedo se sapevi che Il mahatma Gandi mentre era in sudafrica scriveva: “La sola ambizione dei negri è raccogliere una certa quantità di bestiame con cui comprare una moglie e poi passare la loro vita nudi, nell’indolenza. Sono degli sfaticati, una specie di umanità quasi sconosciuta tra gli indiani” se questo è vero forse non è detto che hitler nella sua vita ha fatto solo discorsi stronzi non credi?

    • In generale, dovremmo settare la moderazione dei commenti in modo da segare senza troppe spiegazioni chiunque assimili Gandhi e Hitler.
      Manifesta confusione.

      UM

  2. GRAZIE. Veramente. Quando ero incolonnato in macchina, ho pensato mille volte le stesse cose che hai scritto qui (primarie PD a parte). Perciò, semplicemente, grazie.

  3. ragazzi io penso che stiamo facendo il gioco del potere…ovvero dividerci e farci dividere…gli italiani hanno, anzi abbiamo le nostre pecche…chi di più chi di meno, chi ha commesso 1 errore e chi ne ha commessi 100, di certo non si finisce mai di imparare quindi non fate i sapientini, l’unica cosa da fare è quella di coalizzarsi…non dico di discutere di politica, o di ideologie !!! (che forse ci hanno fin troppo distratto) dico solo che ora è arrivato il momento di riprendersi i diritti ! i nostri diritti !!! che ci hanno tolto, quelli di dx e e sx…basta fare la guerra dei poveri, ora il nostro obbiettivo è quello di far rispettare la legge, e non mi dite che non ci sono idee, la costituzione vale ancora, basta prendere spunto da quella come hanno fatto 67 anni fa senza internet, senza tecnicici finti e senza tv… VOLERE È POTERE !!! BASTA PARLARE AGITE

  4. Ma dov’è Ingroia?Si vede solo in campagna elettorale,adesso è sparito come un ladro dalla vergogna del risultato elettorale.Se si perde le elezioni,non vuol dire che si deve perdere la voglia di combattere per cambiare il paese,altrimenti l’ha fatto solamente per il suo interesse!!

    • Sì, ho approvato 450 commenti di insulti nei miei confronti, ma ho censurato proprio te perché sei l’ultimo discendente di Cristo.
      Tu che ne dici?

    • Un grande re dell’antico Israele fece questa considerazione riguardo a dominio umano: Ecclesiaste 8:9 Tutto questo ho visto, e il mio cuore si applicava a ogni opera che è stata fatta sotto il sole, [durante] il tempo che l’uomo ha dominato l’uomo a suo danno.

      Questa é verità confermata dai fatti!
      Puoi negarlo?
      Naturalmente senza offese per nessuno!

    • Onestamente, non capisco cosa vuoi dire. Ma nessuno ti ha censurato, il tuo commento si sarà perso tra le centinaia di spam che riceviamo, può capitare.

  5. Va’ che radical chic che sei. A 16 anni già avido lettore di quotidiani. A 17-18 già a produrre lucide analisi sulla situazione politico-economica italiana. L’italiano medio sarà anche la causa di tutto ciò che non funziona in Italia, ma è anche di tutto ciò che funziona nel Belpaese.
    O credi che i meriti vadano a tutti voi presuntuosi intellettuali da salotto?
    Giusto, tu non sei uno di quelli, perché vai a votare alle primarie… e soprattutto scrivi su un blog! E leggi i giornali!

    • “Non è con gli “intellettuali da salotto” che si manda avanti una nazione ma con il ceto medio” questa è la sostanza del tuo ragionamento giusto? Hai centrato bene il concetto,l’ italiano medio non deve essere quello che parla solo di gnocche e calcio ma deve anche conoscere il quadro politico della sua nazione non deve votare un partito perché è di sinistra o di destra. Questo invece è una delle piaghe dell’ Italia,il voto per ideale,quello dell’ italiano medio rimasto al muro di berlino che va a votare berlusconi solo perché è di destra. L’ italiano come lui è invece quello che vota la persona che è dietro al nome del partito.

  6. Caro elettore del PD. Mentre tutto ciò accadeva, eri tra coloro che votarono Rutelli e Veltroni, o col restante 80%? Caro elettore del PD: sei un italiano medio, in un caso o nell’altro.

  7. Io sono un po’ più vecchio e forse io già votavo ( anche se ora non è un bel esempio ) di pietro di mani pulite ….. E ricordo anche quando il PD era al governo e non ha mai fatto niente contro il conflitto di interessi di Berlusconi …. O molto più semplicemente a costo zero Napolitano non ha mai sciolto il segreto di stato sulle varie stragi …… Si io sono un ex elettore per anni di sinistra ( e per altro dipendente pubblico) ma ne ho i coglioni pieni di gente che ruba strapagata e non fa un cazzo ! Ora finiamola di voler far passare una protesta popolare per una popolar imbecille protesta di contadini ! Non è così e lo sapete bene ……. Se la sinistra vuole per una volta non essere seconda e tener fuori la destra ( che non stimo … Non mi piace proprio) ….. Scenda in piazza a fianco del popolo e cerchi di gestire la rivolta in modo civile!

  8. Il mondo è bello perchè vario, ma da questo testo si capisce benissimo che l’ha scritta un Italiano medio, lo stesso tipo di italiano che viene criticato nella lettera, semplicemente lui è giustificato perchè essere di sinistra è figo ed intellettuale… mi dispiace ma sei esattamente uguale agli altri, semplicemente tu hai anche l’arroganza di crederti nel giusto…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...